Impermeabilizzare con guaine all'acqua "NP7 Normale"

Questa pagina tratta solo le guaine all'acqua, come moderna alternativa ai tradizionali prodotti bituminosi preformati (guaine a rotoli), spiegando le rispettive problematiche e le tecniche di applicazioni.
Per potere apprezzare queste moderne guaine è necessario conoscere bene le carenze dei tradizionali prodotti bituminosi preformati, che pur essendo perfettamente impermeabili hanno notevoli limitazioni riguardanti altre importanti esigenze.
In particolare hanno: scarsissima resistenza al pedonamento, scarsa elasticità alle basse temperature, decadimento precoce se esposti direttamente ai raggi ultravioletti del sole o se sottoposti alle alte temperature estive. Per potere garantire, nonostante questi difetti, una accettabile durata della guaina preformata, è necessaria una serie di interventi  protettivi ( mattonati, massetti in cemento, coperture, verniciature ctc.).
Dove troviamo caminetti, finestre ed altre sporgenze, è molto difficile lavorare con le guaine preformate, esse vanno modellate con il rischio di rotture del materiale e con notevole perdita di tempo, mentre le guaine all'acqua a base di resine sintetiche si applicano sempre con facilità.
Esse sono direttamente pedonabili, sufficientemente elastiche e mantengono quelle caratteristiche per un lungo periodo. Sono ideali in tutti i settori dell'edilizia, dalle costruzioni nuove alle ristrutturazioni. La loro versatilità ne fa uno strumento efficace per la riparazione delle vecchie impermeabilizzazioni senza dovere ricorrere alla demolizione delle strutture esistenti.

I vantaggi vincenti delle guaine all'acqua "NP7 Normale"

  • Grande economicità per una prolungata durata negli anni.
  • Nessuna manutenzione periodica.
  • Facile applicazione su qualsiasi supporto ed in posizioni difficili.
  • Non colano perché sono molto dense ed applicabili a pennello o spruzzo anche da persone non esperte.
  • Assenza di solventi tossi e nocivi alla salute, sono la soluzione ottimale per tutti gli applicatori di sistemi impermeabilizzanti salvaguardandone la salute personale e dell'ambiente.

Soluzioni facili per problemi tipici

Per dare maggiore garanzia contro infiltrazioni è costume proteggere i tetti con guaine anche quando si deve coprire con tegole o ondulato. Il materiale refrattario di copertura si riscalda notevolmente nel periodo estivo, sciogliendo le tradizionali guaine bituminose. Grazie al peso, tegole affondano nella guaina, provocando dei buchi nei punti d'appoggio. Se queste tegole successivamente per azione del vento vengono mosse, questi buchi scoperti faranno infiltrare l'umidità nel tetto.
Con le guaine all'acqua non esiste questo problema perché esse non rammoliscono ad alte temperature estive e quindi non si deformano, garantendo un manto impermeabile perfetto per lunghissimi periodi.
Le tradizionali fasciature intorno ad abbaini o caminetti sono costruite in piombo o rame. Questi materiali che danno una perfetta impermeabilizzazione, sono però molto costosi, di difficile messa in opera, necessitano di personale esperto e tempi lunghi. Spesso si cerca di risparmiare usando anche guaine bituminose preformate. Anche queste sono faticosa da modellare e creano in più il rischio di microfessure nelle pieghe con conseguenti infiltrazioni. Il  loro aspetto è poco gradevole e necessita di ulteriori interventi di rifinitura. Le guaine all'acqua sono gradevoli da vedersi perché disponibili in vari colori e conferiscono una estetica professionale al trattamento.
Non esistono problemi di infiltrazioni anche nei punti più delicati e difficili perché le guaine all'acqua dimostrano le loro superiorità sopratutto in situazioni quali finestre, lucernai, esalatori, caminetti, muretti, grondaie e tubi di scarico.

 

  Preparazione dei fondi

Richiedi Preventivo o Informazione

E' di fondamentale importanza per la buona riuscita della impermeabilizzazione analizzare lo stato di degrado delle superfici sulle quali dobbiamo intervenire. La maggior parte dei distacchi delle guaine è dovuta alle cattive condizioni del fondo. Il trattamento può essere garantito solo se questo è reso in ottimo stato.
  • Il fondo deve essere pulito ed esente da polvere, parti di cemento friabile e macchie di natura oleosa, perché esse impediscono l'adesione delle resine. Perciò è doverosa una buona spazzolatura e nel caso di macchie il lavaggio con NAIDROP o SUPER - N. Anche nel caso di grès, clinker, ceramica etc. è indispensabile un buon lavaggio e sgrassaggio. Il fondo deve essere perfettamente asciutto anche in profondità, per questo motivo, consigliamo di non cominciare trattamenti in periodo di instabilità climatica, ma di intervenire durante l'estate, quando la temperatura esterna favorisce l'evaporazione dei liquidi.
  • Nel caso che il fondo (massetto) sia stato messo in opera di recente, lasciare trascorrere il tempo di stagionatura (circa 30 giorni) prima di intervenire con l'impermeabilizzazione.
  • Se non è possibile attendere la completa asciugatura, o nel caso di infiltrazioni, è necessario installare degli aeratori che permettano all'umidità di uscire dal supporto anche dopo il trattamento.
  • Verificare che sul terrazzo siano state rispettate le pendenze.
  • Verificare che non si formino ristagni d'acqua. Questi provocherebbero un precoce deterioramento della guaina. La presenza dei ristagni può essere accertata visionando la superficie: sul cemento si notano chiazze di diverso colore, sul grès o altro materiale non assorbente si notano chiazze di residui calcarei o macchie biancastre, in caso di ristagno applicare la finitura SUPERNAICOPLAST.
  • Verificare la solidità dell'intonaco perimetrale del terrazzo. Eventuali parti fatiscenti devono essere rimosse e ripristinate.
  • Verificare il buon funzionamento degli scarichi discendenti delle acque piovane.

Istallazione di un aeratore

Installare un aeratore per ogni trenta mq. di superficie dove tende a migrare l'umidità.
Togliere un quadrato dal pavimento in cui i lati siano 2/3 cm. più lunghi di quelli dell'aeratore. Mentre questa operazione è relativamente facile in caso di mattonelle bisogna intervenire con smerigliatrice angolare e mazzetta con scalpello sulle superfici di cemento.
Eseguire un foro di aerazione nel centro dell'intaglio fino a raggiungere la sottostante guaina bituminosa. Attraversare le eventuali armature e stare molto attenti a non danneggiare la guaina impermeabilizzante sottostante.
Lavare l'aeratore con solvente per eliminare eventuali tracce di grassi. Bagnare il fondo con PRIMER NAI 40, se si vuole applicare una malta cementizia o usare L'ANCORANTE NAI 70 per la malta del sistema NAIRETAN.
Inserire l'aeratore e richiudere la superficie con la malta in modo che questa risulti completamente piana onde evitare il formarsi di pozze. Lasciare asciugare e trattare il supporto con la guaina liquida. Con il tempo l'umidità contenuta nel fondo migrerà verso l'aeratore e lascerà il supporto completamente asciutto ( dopo sei mesi). Solo allora si potranno eliminare gli aeratori, per semplice taglio, con ristuccatura e trattamento impermeabilizzante.




 




 
 

Norme di applicazione delle guaine

I perimetri verticali

Cominciamo con la prima mano di trattamento impermeabilizzante sulle pareti verticali per una altezza di 30 cm., onde evitare future infiltrazioni dagli schizzi di pioggia.
Dopo stendiamo il manto orizzontale facendolo sovrapporre alla fascia laterale.
In ultima fase rinforziamo il punto dove si incontra so strato orizzontale con quello verticale in modo che l'angolo presenti una curvatura stondata.

Lo Spessore

In nessun caso lo spessore del manto finale deve essere inferiore a 2 mm., che si raggiungono in mani successive per un consumo totale pari ad almeno 2,5 / 3 Kg. mq di prodotto.
Non applicare spessori superiori ad un millimetro per mano di prodotto, altrimenti il fenomeno di ritiro nell'essiccazione potrebbe provocare fessurazioni, reticolazioni del manto o bolle.

Richiedi Preventivo o Informazione

La Temperatura

Applicare le guaine a temperature comprese tra i 10 e i 35°C.
In questo arco di temperature le macromolecole di resina si legano fra di loro in maniere più regolare ed uniforme, l'acqua evaporerà costantemente dando come risultato finale un manto uniforme privo di pericolose bolle d'aria.

Nota Bene

Le guaine all'acqua non sono adatte al contenimento.
E' importante la buona preparazione dei fondi per evitare ristagni e pozze, perché con il tempo possono causare rammollimenti superficiali con il rischio di infiltrazioni ed un precoce invecchiamento della guaina. Nel caso di impossibilità nel ripristinare le pendenze applicare la finitura SUPERNAICOPLAST.

L'armatura

Per migliorare tutte le qualità del manto impermeabilizzante questo va armato con rete di vetroresina oppure velo di poliestere. Questo trattamento rinforzante permette di usare più prodotti sulla stessa superficie, dando anche la resistenza al pedonamento. Il manto viene inserito fra la prima e la seconda mano di prodotto. E necessario impregnare l'armatura a rullo con la guaina diluita in modo che penetri nelle fibre del manto, ancorandosi alla mano sottostante eliminando così eventuali forellini rimasti nell'armatura, ridando altro prodotto dove necessita. Un manto ancora più resistente si ottiene, usando doppia armatura incrociata.

 

La stesa guaina si può avere con caratteristiche per l'applicazione invernale e si chiama: CEMENGUAINA.

CEMENGUAINA
Membrana impermeabilizzante all'acqua bicomponente, costituita da disper-sione in acqua di resine e additivi altamente selezionati che, uniti ad una mi-scela di cementi speciali formano un eccezionale manto protettivo e altamen-te impermeabile. Le sue caratteristiche gli conferiscono la possibilità di applicazione anche a basse temperature e su superfici umide. CAMPI D'IMPIEGO: Tetti piani, terrazzi, balconi, lastricati solari, fioriere, giardini pensili, muri di fondazione, muretti perimetrali, comignoli. frontalini di balconi. E' il prodotto ideale per impermeabilizzare prima della posa di un pavimento.

 

Alcuni prezzi delle guaine Aggiornato 01/02/2014

Tipo di guaina liquida in latte di diverse grammature

Confezione Kg. 5 Confezione Kg. 20 Confezione Kg. 25
NP 7 Normale da dare su supporto asciutto e matura in 24 ore (Primavera estate) Pedonabile €. 22,00   €. 93,00
Cemenguaina A+B si può dare su supporto umido, matura in 1 ora (Invernale) Piastrellabile €. 27,00 €. 88,00  
NP 5 Dark antiradice colore nero; ottima anche per pareti contro terra e cornicioni in CLS   €. 51,00  
Primer Ancorante guaina NAI 45, anche per sovrapposizione guaine a rotoli bituminose. Litri 5 €. 56,00    
FV 160 rete in fibra di vetro H 1,0 x 50 Ml. (Per armare le guaine liquide di tutti i tipi) €. 86,00    

Richiedi Preventivo o Informazione

ACCESSORI PER GUAINE

Primer Ancorante guaina NAI 45, per sovrapposizione guaine a rotoli bituminose. Latta Litri 10 €. 105,00    

MAT 225 Lana di vetro per tutte le guaine liquide. Rotoli da h.0,60 x 50 ML = Mq. 30

€.   65,00    
Bancale a perdere per consegna merce €.    13,00    
Trasporto merce per tutta Italia escluso Sardegna addebito in fattura (Importo minimo €. 200,00) €.    35,00    
       
       

Richiedi Preventivo o Informazione      Condizioni di vendita    Gradimento ns Clientela

Come Ordinare    Inserisci giudizio Azienda

Visualizza la scheda tecnica NP7 e CEMENGUAINA


Se cerchi scale professionali industriali o da hobby vai su www.scale.it